12 agosto 2017

Aamps. Basta speculazioni sulla pelle dei lavoratori.

La civetta de Il Tirreno di ieri esce con titolo a lettere cubitali sul licenziamento in tronco di due dipendenti di Aamps per (presunta) falsa malattia. L’Azienda, a detta del giornale, non parla, trincerandosi dietro un silenzio impenetrabile (da chi arriva la notizia, allora?) ma il Sindaco, invece, coglie subito la palla al balzo e […]

8 giugno 2017

Porto: segnali di fumo

Negli ultimi mesi, nel dibattito politico e cittadino, la qualità dell’aria connessa alle emissioni inquinanti derivanti dalle attività portuali sembra essere uno degli argomenti più gettonati. Cosa certamente positiva poiché mantenere alta l’attenzione su un argomento così importante è sicuramente giusto e doveroso (anche se ci potremmo chiedere come mai nel passato non ci fosse […]

22 maggio 2017

Fossi: dopo un anno dal nostro atto di indirizzo non è successo nulla. Bella gara.

Non c’è niente di peggio che rimandare qualcosa che si può fare al momento, esiste anche un vecchio aforisma creato ad hoc su questo concetto. Ma per l’Amministrazione Comunale di Livorno l’aforisma si è trasformato in “Non c’è niente di peggio che rimandare/ignorare qualcosa, volontariamente e con colpa, soprattutto se hai avuto addirittura un anno […]

Foto di Marco Filippelli 14 maggio 2017

Le privatizzazioni faranno male alla città

Il dilemma populista se offrire una vita rilassata al cittadino, con assistenza su ogni fronte delle esigenze personali, oppure la giostra della competizione che redistribuisca ricchezza e possibilità, affermando il proprio sé produttivo, ad oggi è un argomento politico consolidato. In questi termini il fondamentalismo del mercato è riuscito a far ragionare così chiunque, anche […]

24 aprile 2017

Lavoro precario e autonomo: diritti e tutele

Giovedì 27 aprile alle 17:30 alla Libreria Erasmo parleremo di partite IVA, professioni intellettuali, nuovo sfruttamento e precariato, con i rappresentanti della Coalizione 27 Febbraio e ACTA – associazione dei freelance.

Foto di Lisa Oliviero 7 aprile 2017

Forum Nazionale Porti e Logistica

Il Forum nazionale Porti e Logistica che si è svolto il 5 aprile a Livorno, in preparazione del G7, ha portato in campo considerazioni e approfondimenti tecnici che di fatto spiazzano ogni intervento politico. A partire dal Sindaco, che ha speso solo parole di benvenuto, proseguendo per Rossi, ancora legato al “vogliamoci bene” delle sinergie, […]

parcheggiodeonfilippelli 5 febbraio 2017

SPIL: indovina chi paga?

Il Bail In(*) pubblico di Spil avverrà attraverso la liquidazione del patrimonio comunale che gli illuminati sindaci PD, Lamberti in testa, inserirono all’epoca nel capitale della nuova azienda, ritenendolo utile per rilanciare il motore produttivo di Livorno. Già dai bilanci dei primi anni 2000 si sarebbe dovuta fermare la macchina, tali erano le perdite, i […]

4 febbraio 2017

Brutte sorprese

L’Assessore Martini cade dalle nuvole e scopre, a tre giorni dall’apertura del bando per l’assegnazione dei 10 milioni di incentivi previsti dal Progetto di riconversione e riqualificazione industriale per Livorno, che l’intero #PRRI non è stato registrato dalla Corte dei Conti. Questo significa che non solo il bando per i 10 milioni slitta, ma che […]

13 gennaio 2017

Porto di Livorno. Facciamo il punto della situazione

Il Porto di Livorno è da tempo inserito nella rete dei trasporti europei (rete Ten-T), struttura che stabilisce i corridoi principali dei trasporti nel mercato unico. Il nostro scalo è destinato a diventare un nodo molto importante della rete, anche grazie agli investimenti infrastrutturali che concorreranno agli aumenti di traffico, quali la nuova linea ferroviaria […]

13 dicembre 2016

Darsena Europa: manca il piano reale

I nostri politici di governo sarebbero pessimi consulenti nei settori privati e si trovano oggi paradossalmente nel ruolo di attrazione del privato, con risultati devastanti.
C’è qualcosa di profondamente viziato in tutte queste storie: è la mancanza nella classe politica che ci governa di una visione di insieme dello sviluppo che noi preferiamo chiamare emancipazione e l’ignoranza del funzionamento del piano concorrente con quello reale, cioè quello dei mercati finanziari.